Inserisci il tuo annuncio gratis! Compila i campi richiesti e l’annuncio verrà revisionato dallo staff. → Crea Annuncio

Torna indietro
Il Vaticano accetta Trans e Gay
il-vaticano-accetta-trans-e-gay

Una nuova svolta: la Chiesa accetta Trans e Gay?

Chi desidera ricevere il battesimo, se omosessuale o transessuale, ora può averlo. Anche se vogliono convivere, fare i testimoni ad un matrimonio o i padrini di un battesimo, ora è un sì!

Le nuove “regole” sono nelle risposte del Dicastero per la Dottrina della Fede, fornito a monsignor José Negri, Vescovo di Santo Amaro in Brasile. Secondo il Dicastero, con sei domande e sei risposte, hanno affermato quanto già successo in passato. Il battesimo può essere ricevuto anche da un transessuale dopo il trattamento ormonale e intervento chiurirgico «alle medesime condizioni degli altri fedeli, se non vi sono situazioni in cui c’è il rischio di generare pubblico scandalo o disorientamento nei fedeli». Se pronti, lo stesso, vale anche per i bimbi o adolescenti con problemi di natura transessuale. Inoltre, un transessuale puà accettare il compito di padrino o madrina al battesimo, superando scandali, indebite legittimazioni o disorientamento nella comunità ecclesiale. Ad un matrimonio, per quanto riguarda l’essere testimone, non c’è niente nella legislazione canonica universale che vieti a una persona omosessuale o transessuale di essere testimone, dice il dicastero.

Può essere battezzato un bambino adottato o accolto in altri modi come l’utero in affitto da due persone omoaffettive? Nel caso in cui ci sia la marcata speranza che sarà seguito da religione cattolica, allora sì. Può essere padrino di un battezzato, una persona omoaffettiva e che convive? Sì se «conduce una vita conforme alla fede e all’incarico che assume»; però è diverso se nella convivenza di due persone affettive consiste in una stabile e dichiarata relazione more uxorio, ben conosciuta dalla comunità. In questo caso il Dicastero dà la possibilità ad un’altra persona della famiglia di garantire la giusta trasmissione al battezzando della fede cattolica.

Potrebbe interessarti anche...

UE: Italia non favorevole a diritti LGBTQ
UE: Italia non favorevole a diritti LGBTQ. In occasione della Giornata Internazionale contro l’Omobitransfobia, i paesi membri dell’UE sono stati invitati a sottoscrivere una risoluzione che impegna ad implementare politiche nazionali mirate alla tutela delle persone LGBTQIA+. Questo documento rappresenta un importante passo verso il riconoscimento e la protezione dei diritti LGBTQIA+ in tutta Europa. […]
Leggi di più
Giornata internazionale contro l’omofobia
Giornata internazionale contro l’omofobia: 17 maggio Il 17 maggio del 1990 segna un fondamentale spartiacque nella storia dei diritti LGBTQ+. Quel giorno, con la rimozione dell’omosessualità dalla lista delle malattie mentali da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, si compie un atto di enorme importanza. Questo gesto non è solo un riconoscimento della natura non patologica […]
Leggi di più
LGBTQIA+: L’evoluzione dei diritti nel tempo
Dalla lotta all’orgoglio: l’evoluzione dei diritti LGBTQIA+ nel corso della storia Negli ultimi decenni, la lotta per i diritti LGBTQIA+ ha segnato importanti traguardi, ma le sfide rimangono ancora oggi. Questo articolo esplorerà l’evoluzione dei diritti delle persone LGBTQIA+ nel corso della storia, evidenziando le vittorie significative ottenute e le sfide ancora presenti che richiedono […]
Leggi di più

Vuoi saperne di più?

Siamo presenti a Padova, Venezia Mestre, Treviso, Verona San Bonifacio, Pordenone, Udine e Castelfranco!
Contatta l’agenzia vicino a te