Invia un messaggio al +39 3490893495 con età, zona e descrizione, ti invieremo alcuni profili più adatti a te della tua zona.

Torna indietro
Matrimonio omosessuale in Grecia
matrimonio-omosessuale-in-grecia

Il parlamento greco ha approvato la legge sul matrimonio omosessuale in Grecia e sull’adozione di minori da parte di coppie dello stesso sesso; anche se la Chiesa ortodossa era contraria. Il governo conservatore ha promosso questa misura.

 

Il premier Kyriakos Mitsotakis ha commentato l’approvazione del disegno di legge, definendola una pietra miliare per i diritti umani e riflettendo l’attuale Grecia come un paese progressista e democratico.

 

La riforma è stata approvata con 176 voti favorevoli, 76 contrari e 2 astensioni, con il sostegno di diversi partiti di opposizione. Alcuni membri del partito di governo, Nuova Democrazia (ND), hanno espresso voto contrario, astensione o hanno lasciato la Camera. La Grecia diventa così il primo paese cristiano ortodosso a permettere il matrimonio gay.

 

Matrimonio omosessuale in Grecia

Mitsotakis, rieletto l’anno precedente, ha fatto del matrimonio omosessuale in Grecia tra persone dello stesso sesso una priorità del suo secondo mandato. Ha sottolineato il miglioramento della vita dei cittadini e la necessità di affrontare le disuguaglianze presenti nella democrazia.

 

Nonostante le unioni civili siano legali in Grecia dal 2015, non offrono le stesse protezioni legali del matrimonio civile. Mitsotakis ha evidenziato la necessità di risolvere le questioni relative alla paternità o maternità omosessuale, in cui solo il genitore biologico ha attualmente diritti legali sui figli.

 

Il premier ha riconosciuto le posizioni della Chiesa e i ruoli distinti delle istituzioni religiose e statali. Ma ha sottolineato la necessità di garantire alle coppie dello stesso sesso le stesse opportunità giuridiche per il benessere dei loro figli, come l’accesso all’istruzione, ai servizi medici e ai documenti d’identità.

 

Matrimonio omosessuale in Grecia

Mitsotakis ha precisato che il disegno di legge non include il riconoscimento del diritto alla maternità surrogata per le coppie omosessuali, evitando anche l’adozione della dicitura “genitore 1” e “genitore 2” sui documenti. Una decisione che ha ricevuto critiche dalla comunità LGBT.

Potrebbe interessarti anche...

Italia opposto dell’Irlanda
Italia opposto dell’Irlanda. L’Italia vince il 25° posto su 27 sui diritti in Europa. Il report riguardo i voti singoli all’Europarlamento fanno rabbrividire. In coda, dopo il nostro paese, si trovano solamente Ungheria e Polonia. Il report Il report redatto da Forbidden Colours nel documento QueerYourEu Research Report mostra come le politiche a livello europeo […]
Leggi di più
LGBTQ: cinque date cruciali
LGBTQ: cinque date cruciali. La storia della comunità LGBT hanno radici molto lontane, dal VI secolo Avanti Cristo agli anni ’50 ecco cinque tappe importanti per l’affermazione della comunità omosessuale. LGBTQ: cinque date cruciali Saffo – VI Secolo a.C. Saffo, poetessa greca, nata nel 630 a.C e morta nel 570 a.C. Da Saffo derivano i […]
Leggi di più
Dignitas infinita: emarginata la comunità LGBTQ
Dignitas infinita: emarginata la comunità LGBTQ. Il Dicastero della Dottrina della Fede ha emanato il documento “Dignitas infinita circa la dignità umana” l’8 aprile. A cura del prefetto Manuel Fernandez e firmato da Papa Francesco. Lo scritto manifesta l’animo conservatore della Chiesa riguardo i diritti dell’individuo e un animo più progressista su temi di comodo […]
Leggi di più

Vuoi saperne di più?

Siamo presenti a Padova, Venezia Mestre, Treviso, Verona San Bonifacio, Pordenone, Udine e Castelfranco!
Contatta l’agenzia vicino a te