Invia un messaggio al +39 3490893495 con età, zona e descrizione, ti invieremo alcuni profili più adatti a te della tua zona.

Torna indietro
La Fifa vieta l’uso della fascia “OneLove”
la fifa

La FIFA vieta l’uso della fascia da capitano ‘OneLove’ a sostegno dei diritti LGBTQ+ ai Mondiali femminili 2023: in alternative sono proposti otto design a sostegno di altrettanti temi di interesse sociale.

La FIFA si sta preparando per i Mondiali femminili 2023 e onde evitare situazioni come quella verificatasi in Qatar, in occasione della Coppa del Mondo maschile, ecco che ha preventivamente vietato l’uso della fascia da capitano ‘OneLove’ a sostegno dei diritti LGBTQ+.

L’evento sarà ospitato in Australia e Nuova Zelanda, con la prima partita che vedrà le The Football Ferns affrontare la Norvegia ad Auckland il 20 luglio. Il torneo arriva appena sei mesi dopo quello maschile svoltosi in Qatar, durante il quale ci sono state tantissime polemiche riguardo alla fascia da capitano arcobaleno che alcune nazionali volevano indossare per sostenere la comunità LGBTQ+ del paese e le politiche governative qatariote in materia di diritti civili.

In vista dell’inizio del torneo femminile la FIFA ha deciso di evitare situazioni del genere e ha vietato l’uso della fascia da capitano arcobaleno con le nazionali che rischiano sanzioni se non rispettano le regole. Anche questo fu uno dei motivi per cui i capitani delle otto squadre maschili che avevano deciso di voler far sentire la loro voce in merito ai diritti civili: la FIFA affermò, senza sé e senza ma, che i capitani sarebbero stati ammoniti o costretti a lasciare il campo se lo avessero fatto.

L’ente che governa il calcio mondiale ha, addirittura, proposto otto fasce da capitano alternative con design che diversi, ognuno a sostegno di un tema sociale.

A riportare questa notizia è stato il giornale britannico secondo The Guardian, secondo cui i design sarebbero stati selezionati dopo aver consultato le 32 squadre partecipanti, le giocatrici e le Nazioni Unite.

I messaggi tra cui le squadre possono scegliere sono i seguenti:

  • Unite for Inclusion
  • Unite for Indigenous Peoples
  • Unite for Gender Equality
  • Unite for Peace
  • Unite for Education for All
  • Unite for Zero
  • Unite for Ending Violence Against Women and Football is Joy
  • Peace, Love, Hope and Passion.

Il presidente della FIFA, Gianni Infantino, in una nota ha dichiarato: “Il calcio unisce il mondo e i nostri eventi globali, come la Coppa del mondo femminile Fifa, hanno il potere unico di riunire le persone e fornire gioia e passione. Ma il calcio fa anche di più: può puntare i riflettori su cause molto importanti nella nostra società. Dopo alcuni colloqui molto aperti con le parti interessate, comprese le associazioni affiliate e i giocatori, abbiamo deciso di evidenziare una serie di cause sociali – dall’inclusione all’uguaglianza di genere, dalla pace alla fine della fame, dall’istruzione alla lotta alla violenza domestica – durante tutte le 64 partite a la Coppa del Mondo femminile Fifa”.

La realtà è che la FIFA ha voluto evitare che qualcuno potesse pensare di intraprendere un’iniziativa come accaduto in Qatar e così ha giocato le sue carte in anticipo.

 

 

Potrebbe interessarti anche...

Vicenza Pride 2024
Il Vicenza Pride, in programma per il 22 giugno, si prepara a illuminare la città con un’ondata di vitalità e colori. Trasforma il Polo Giovani B55 in un vivace centro di attività aperto a tutti coloro che desiderano contribuire attivamente. Gli incontri per i volontari, cuore pulsante di questa iniziativa, accolgono con entusiasmo ogni individuo […]
Leggi di più
Agenzia d’incontri gay
In un mondo dove la capacità di socializzare diminuisce sempre di più e dove sembrano svanite le speranze di relazioni serie e stabili, noi mettiamo al primo posto la tua felicità. Agenzia LuiLui LeiLei: una grande famiglia dove la qualità della relazione è sempre al primo posto.   Il nostro obiettivo Creare un canale sicuro […]
Leggi di più
Matrimonio omosessuale in Grecia
Il parlamento greco ha approvato la legge sul matrimonio omosessuale in Grecia e sull’adozione di minori da parte di coppie dello stesso sesso; anche se la Chiesa ortodossa era contraria. Il governo conservatore ha promosso questa misura.   Il premier Kyriakos Mitsotakis ha commentato l’approvazione del disegno di legge, definendola una pietra miliare per i […]
Leggi di più

Vuoi saperne di più?

Siamo presenti a Padova, Venezia Mestre, Treviso, Verona San Bonifacio, Pordenone, Udine e Castelfranco!
Contatta l’agenzia vicino a te