Invia un messaggio al +39 3490893495 con età, zona e descrizione, ti invieremo alcuni profili più adatti a te della tua zona.

Torna indietro
Senegal riesumano un defunto
Senegal

Senegal e omossesualità

In Senegal il corpo di uomo defunto è stato riesumato il giorno dopo per poter essere bruciato e “purificato” perché l’uomo apparteneva alla comunità LGBTIQ+.
Nella cultura locale era considerato dispregiativamente “mezzo uomo e mezzo donna”, per indicare che era un uomo gay.

È accaduto nel distretto di Ndagane, nella provincia di Kaolack, a sud del paese, non lontano dal confine con il Gambia. Il corpo di C.F. era stato trasportato per volontà di sua madre nella città di Touba, città santa del Mouridismo (una confraternita musulmana).

Quando i membri della Dahira Moukhadimatoul Khidma, confraternita che gestisce la Grande Moschea e i cimiteri di Touba, hanno saputo che l’uomo, era un Góor-jigéen, hanno rifiutato la sepoltura.

In molti paesi africani, esistono figure istituzionalizzate della diversità di genere, come il “góor-jigéen” in Senegal.

Questa figura, originariamente un uomo biologico con attributi femminili, aveva un ruolo sociale riconosciuto.

Ma ora il termine Góor-jigéen è spesso usato come insulto per descrivere omosessuali maschi.

Riflette una trasformazione negativa nella sua percezione e posizione nella società senegalese

La donna voleva seppellire suo figlio nella città sacra alla propria religione.

Ma suo figlio era presumibilmente gay, e per questo i depositari di quella confraternita musulmana hanno ripudiato il corpo dell’uomo.

A quel punto la madre di C.F. è tornata a Ndagane (Kaolack) e insieme agli altri membri della propria famiglia, si è apprestata a seppellire in forma discreta il corpo del proprio figliolo nel cimitero locale di Léona Niassene.

Ma non c’è pace per il corpo di un (presunto) omosessuale morto in una terra di fondamentalismo religioso.

Poco prima del rito di sepoltura, i giovani locali hanno circondato l’impresa di pompe funebri per opporsi alla sepoltura del corpo, perché ritenuto il corpo di un Góor-jigéen.

 

Potrebbe interessarti anche...

Love Lies Bleeding: tra passione e violenza
Love Lies Bleeding: tra passione e violenza è un thriller romantico che affronta temi audaci e  controversi con una maestria sorprendente. Il nuovo film di Rose Glass cattura l’attenzione dello spettatore sin dalle prime scene, immergendolo in un mondo di passione, violenza e tradimento. La regista nel lungometraggio critica una società caratterizzata dalla violenza e […]
Leggi di più
Italia opposto dell’Irlanda
Italia opposto dell’Irlanda. L’Italia vince il 25° posto su 27 sui diritti in Europa. Il report riguardo i voti singoli all’Europarlamento fanno rabbrividire. In coda, dopo il nostro paese, si trovano solamente Ungheria e Polonia. Il report Il report redatto da Forbidden Colours nel documento QueerYourEu Research Report mostra come le politiche a livello europeo […]
Leggi di più
LGBTQ: cinque date cruciali
LGBTQ: cinque date cruciali. La storia della comunità LGBT hanno radici molto lontane, dal VI secolo Avanti Cristo agli anni ’50 ecco cinque tappe importanti per l’affermazione della comunità omosessuale. LGBTQ: cinque date cruciali Saffo – VI Secolo a.C. Saffo, poetessa greca, nata nel 630 a.C e morta nel 570 a.C. Da Saffo derivano i […]
Leggi di più

Vuoi saperne di più?

Siamo presenti a Padova, Venezia Mestre, Treviso, Verona San Bonifacio, Pordenone, Udine e Castelfranco!
Contatta l’agenzia vicino a te