Invia un messaggio al +39 3490893495 con età, zona e descrizione, ti invieremo alcuni profili più adatti a te della tua zona.

Torna indietro
Sgarbi difende Morgan
sgarbi

Sgarbi difende Morgan “Non era un insulto, essere gay oggi è normale”

Anche Vittorio Sgarbi scende in campo per dire la sua sul caso Morgan, l’artista che da diverse ore è al centro delle polemiche per le sue parole durante uno spettacolo a Selinunte, dove ha insultato delle persone tra il pubblico utilizzando l’epiteto “fr***o di merda”. Parole per le quali lo Sgarbi ha parlato della vicenda a Adnkronos, difendendo il cantante che: “Ho parlato a lungo con Morgan, gli ho detto di scusarsi spiegandogli che quando una persona si confronta con il pubblico deve imparare a controllarsi perché si deve ricordare che chi offende resta anonimo per cui Morgan dovrà pure farsi carico delle offese ricevute. Ma dire fro.. non è un’offesa”.
Sgarbi a difesa di Morgan

Così il sottosegretario alla Cultura Vittorio Sgarbi ha difeso l’artista al quale è vicino da tempo, che pure si era scusato per quanto detto. Sgarbi ha parlato dello scalpore mediatico scatenatosi intorno Morgan dopo i fatti accaduti durante il concerto al Parco Archeologico di Selinunte dedicato a Franco Battiato. “Essere gay oggi è una condizione normale – prosegue Sgarbi – lui ha indicato una condizione ormai legittimata, non insultante. Morgan ha legittimamente espresso una sua condizione di dolore, quello di essere frainteso e di non essere compreso. La reazione certo – ammette – è stata esagerata da parte sua perché anche se hai ragione ti devi inca… per pochi secondi, non per mezza ora. Bastava dire: ‘Lo spettacolo è mio e parlo di quello che voglio”‘.
“Perché punirlo?”

In queste ore si parla della possibilità che Morgan, dopo le frasi omofobe, possa rischiare di perdere il suo posto a X Factor e, in generale, in televisione. Così conclude Sgarbi: “L’artista maledetto è un artista grande. Lui è un maledetto vero e autentico, non è finto, non recita. Il vero maledetto non danneggia gli altri ma solo se stesso. Quindi perché punirlo? Così come si legittima qualsiasi trasgressione dovrebbe essere legittimata anche la sua ma se si volesse punire solo lui in realtà si creerebbe un paradosso perché confermerebbe che l’ultimo vero trasgressivo è Morgan”.

 

Potrebbe interessarti anche...

Vicenza Pride 2024
Il Vicenza Pride, in programma per il 22 giugno, si prepara a illuminare la città con un’ondata di vitalità e colori. Trasforma il Polo Giovani B55 in un vivace centro di attività aperto a tutti coloro che desiderano contribuire attivamente. Gli incontri per i volontari, cuore pulsante di questa iniziativa, accolgono con entusiasmo ogni individuo […]
Leggi di più
Agenzia d’incontri gay
In un mondo dove la capacità di socializzare diminuisce sempre di più e dove sembrano svanite le speranze di relazioni serie e stabili, noi mettiamo al primo posto la tua felicità. Agenzia LuiLui LeiLei: una grande famiglia dove la qualità della relazione è sempre al primo posto.   Il nostro obiettivo Creare un canale sicuro […]
Leggi di più
Matrimonio omosessuale in Grecia
Il parlamento greco ha approvato la legge sul matrimonio omosessuale in Grecia e sull’adozione di minori da parte di coppie dello stesso sesso; anche se la Chiesa ortodossa era contraria. Il governo conservatore ha promosso questa misura.   Il premier Kyriakos Mitsotakis ha commentato l’approvazione del disegno di legge, definendola una pietra miliare per i […]
Leggi di più

Vuoi saperne di più?

Siamo presenti a Padova, Venezia Mestre, Treviso, Verona San Bonifacio, Pordenone, Udine e Castelfranco!
Contatta l’agenzia vicino a te