Invia un messaggio al +39 3490893495 con età, zona e descrizione, ti invieremo alcuni profili più adatti a te della tua zona.

Torna indietro
Generale Vannacci
Vannacci

Generale Vannacci

Il Gen. Vannacci l’uomo più discusso dell’ultima settimana grazie al suo libro “omofobo e razzista”.

Rimbalzano da più di ventiquattr’ore sui social, riempiono pagine e pagine dei giornali mentre la politica, come sempre, si divide tra chi chiede le dimissioni e chi rimane cauto, quasi silenzioso. «Non mi rimangio nulla» afferma con un pizzico d’orgoglio a Repubblica il generale.

Le richieste di destituzione vengono respinte dallo stesso generale: «Non mi sento assolutamente di fare passi indietro, rivendico quanto scritto.

Non uso mai parole volgari ma parole di ‘mondo’ e rivendico il diritto ad esprimere le proprie opinioni: non ho alcun problema a sostenere una denuncia per calunnia, se qualcuno riuscirà a dimostrarla» .

Ha affermato il generale intervenendo a “Diario del giorno”. Intanto i passaggi omofobi, razzisti, sessisti firmati dal comandante dell’Istituto geografico militare, interrogano le persone Lgbt in divisa che «si sentono meno sicure», racconta a L’Espresso Alessio Avellino, presidente di Polis Aperta e poliziotto transgender, uno dei pochi in Italia.

Il libro tanto incriminato lo potete acquistare su amazon direttamente da questo link

Vannacci ha parlato anche delle frasi sui gay espresse nel suo libro: “Non ho detto che queste frasi siano il pensiero della maggior parte delle persone, lo hanno detto altri – ha spiegato Vannacci -. In seguito, in riferimento alla discussa frase della normalità c’è stata una blogger che non conoscevo e che ringrazio che ha fatto un’analisi testuale di quello che ho detto. La normalità, infatti, era da intendersi come consuetudine. Nel libro spiego che, in base a una statistica, dell’istituto nazionale di statistica inglese spiegava che la popolazione eterosessuale rappresenta il 97% della popolazione totale. Quindi l’essere non eteressuale è racchiuso in una minoranza”.

Vannacci e la divisa

Il militare ritiene di non essere venuto meno ai valori della divisa: “Io rivendico la diversità – ha spiegato -, le persone non sono tutte uguali: sono uguali nella dignità e non nelle loro caratteristiche. Non sono stato offensivo e discriminatorio nei confronti di nessuno. Sfido chiunque a trovare parole offensive. Ho espresso opinioni lecite, argomentabili e discutibili. Non ho infranto nessun articolo della Costituzione. Non ho detto che gli omosessuali sono da mettere in un ghetto. Sono stato al comando anche di omosessuali, se fossi stato discriminatorio nelle mie azioni di comando, invito chiunque a denunciarmi. Sono sicuro di non ricevere nessuna segnalazione in questo senso, perché non l’ho mai fatto. Per primo mi sono definito un “anormale”, se qualcuno mi definisce “normale” mi offendo quasi”.

E sulla disparità di genere: “La differenza tra uomo e donna è fisiologica, e menomale che sia così.

Quando mi rivolgo ai miei soldati, non faccio differenze tra uomini e donne.

Dal momento che si comportano come soldati, sono uguali.

Nel mio reggimento di incursori non ci sono state donne perché, finora, nessuna donna ha superato i test per diventare incursore.

Qualora succedesse, ben vengano le donne negli incursori”.

Infine, sulle voci di una proposta di Forza Nuova che gli avrebbe proposto una candidatura a Monza, Vannacci ha concluso: “Il mio ingresso in politica? Sono un militare per il momento”.

e voi che ne pensate ?

 

 

 

Potrebbe interessarti anche...

Agenzia d’incontri gay
In un mondo dove la capacità di socializzare diminuisce sempre di più e dove sembrano svanite le speranze di relazioni serie e stabili, noi mettiamo al primo posto la tua felicità. Agenzia LuiLui LeiLei: una grande famiglia dove la qualità della relazione è sempre al primo posto.   Il nostro obiettivo Creare un canale sicuro […]
Leggi di più
Matrimonio omosessuale in Grecia
Il parlamento greco ha approvato la legge sul matrimonio omosessuale in Grecia e sull’adozione di minori da parte di coppie dello stesso sesso; anche se la Chiesa ortodossa era contraria. Il governo conservatore ha promosso questa misura.   Il premier Kyriakos Mitsotakis ha commentato l’approvazione del disegno di legge, definendola una pietra miliare per i […]
Leggi di più
Incontri tra gay
Le relazioni tra persone dello stesso sesso sono stati a lungo oggetto di discussione e, per molti, di discriminazione. Tuttavia, negli ultimi anni, la società ha compiuto progressi significativi nell’accettazione e nel rispetto delle relazioni LGBTQ+. Gli incontri tra gay, in particolare, riflettono questa evoluzione sociale, offrendo un contesto in cui l’amore e l’intimità possono […]
Leggi di più

Vuoi saperne di più?

Siamo presenti a Padova, Venezia Mestre, Treviso, Verona San Bonifacio, Pordenone, Udine e Castelfranco!
Contatta l’agenzia vicino a te